Vuoi maggiori informazioni? Tel: 081 7803598 info@investingroma.it

Strategie sui Certificati

Le Migliori Strategie
strategie sui certificati
23
Mar

Strategie sui Certificati: I Miglior modi per Monetizzare ora.

Un mercato molto ostico in questo momento con dei livelli di Spread che aumentano molto rendendo sempre più complicate tutte le operazioni, ci troviamo inoltre con l’impossibilità di andare short, cosa che limita parecchio la possibilità di eseguire operazioni.

Cosa mi aspetto da questo mercato

In questo momento sul nostro indice mi aspetto di vedere la qualità di alcuni titoli, possiamo vedere come ¾ di questi titoli sono in positivo. Questo potrebbe essere indice di una possibile risalita del nostro mercato. Fondamentale, però prima di eseguire ogni operazione quella di capire quale sarà l’andazzo del nostro mercato, e i prospetti futuri della lotta del nostro Stato al Coronavirus.

Andiamo a vedere adesso quali possano essere le possibili azioni da comprare in questo periodo e i certificati e le strategie sui certificati più interessanti d’adottare.

strategie sui certificati

Oggi andiamo a vedere delle strategie su alcuni certificati che paiono essere molto interessanti in questa fase del mercato. La strategia su questi certificati è andare a prendere quei certificati che hanno sfiorato e non toccato la barriera per molto poco. La logica è quella di utilizzare il certificato in maniera diversa.

Banca Intesa

Prodotto che scade il 18/06 con una possibile rendita del 54%. In questo caso Banca Intesa ha raggiunto e sfiorato già la barriera per poi rimbalzare. Se pensate che in questo Intesa abbia raggiunto il minimo annuale di recente con gli ultimi minimi allora puntare su questo certificato è la scelta giusta.

Telecom

Un’altra strategia invece quella che viene fatta su Telecom. L’azione ha rimbalzato in questi giorni in maniera molto violenta andando a puntare sul suo ribasso e scommettiamo sul fatto che da qui a Fine anno Telecom non riuscirà a fare +80% da qui a fine anno.

Il rendimento in questo caso non è altissimo con un 3,5% ma la scommessa “inversa” in questo caso sembra molto difficile dall’essere realizzata.