Vuoi maggiori informazioni? Tel: 081 7803598 info@investingroma.it

Mercati Oggi

11 Settembre
mercati oggi
11
Set

I mercati oggi: Una giornata passiva negli indici

La situazione di oggi è molto contrastata con piazza affari debole con un settore bancario che continua a fare da traino al nostro indice. Una giornata che si è mossa a due velocità: fino alle 11 il mercato ha retto con delle successive vendite sui bancari che hanno fatto scendere l’indice mib

Sintesi mercati oggi

In ogni caso la chiusura è intorno alla parità e rimaniamo comunque intorno al 20%, comunque un’annata molto positiva. Il movimento negativo e abbastanza passivo di oggi è sicuramente dato dalle parole che domani pronuncierà Mario Draghi nel suo intervento.

La parola a Mario Draghi

Mario Draghi domani sarà in conferenza stampa è sarà un evento fondamentale per il futuro di tutti gli indici. Nessuno si vuole muovere eccessivamente per non fare mosse poco prudenti prima delle parole di Draghi che potrebbe stravolgere il mercato.

La mia impressione è che Mario Draghi continuerà a elargire denaro nei mercati, con politiche monetarie espansive, probabile che domani ci siano ancora dei tagli sugli interbancari per far si che le economie europee rimangono a galla.
Il 31 scadrà il suo mandato, e Mario Draghi verrà ricordato dai mercati e da tutti i traders come l’unico presidente bella Banca Centrale Europea che non ha mai alzato i tassi e che ha sempre immesso liquidità nei mercati.

Il suo successore, Lagarde, probabilmente seguirà quelle che sono state le sue intenzioni, andando a immettere denaro all’interno del mercato, almeno questo è quello che sperano tutti i traders del mondo.

Su quali titoli puntare domani

Le banche sono dei punti forti da non sottovalutare per domani soprattutto quando a parlare è il presidente della Banca Europea. Altri titoli da considerare sono sicuramente quelli più indebitati e che possono essere impattati dai tassi, tra questi possiamo nominare senza dubibio Telecom e Enel.

Società legata alle politiche economiche in base alle scelte del nostro nuovo Governo, una tra le tante è sicuramente Atlantia ancora in crisi sulla possibilità di concessione di Autostrade.

In generale da tener d’occhio qualsiasi azione e titoli che in qualche modo può essere impattato da provvedimenti legislativi e ai cambi normativi.