Vuoi maggiori informazioni? Tel: 081 7803598 info@investingroma.it

Single Blog Title

This is a single blog caption
6
Feb

Analisi dei titoli più interessanti a Piazza Affari




Analisi dei titoli più interessanti a Piazza Affari (Azioni italiane da comprare )



Recenti statistiche mostrano come, nel lungo termine, il 90% circa degli investitori privati che investe autonomamente perde denaro investendo sui mercati finanziari. Chi si trova in questa condizione deve ovviamente cambiare le modalità che utilizzava nel passato al fine di sperare di ottenere risultati diversi. Nella realtà, però, la maggior parte non si adopera concretamente per cambiare i comportamenti di investimento e, quindi, i risultati. Spesso si fa un cambiamento più formale che sostanziale: ad esempio si cambia il consulente finanziario all’interno della stessa Banca, oppure si cambia la piattaforma di trading con la quale si impartiscono gli ordini a mercato senza però cambiare il modus operandi. È un atteggiamento simile a un maratoneta che anziché allenarsi duramente per ottenere i risultati cambia continuamente le scarpe, ottenendo naturalmente risultati analoghi. Il cambiamento, fine a se stesso, può non generare un miglioramento se non si pongono in essere azioni concrete in grado di generare un progresso.
Il cambiamento è peraltro necessario anche in quel 10% di investitori profittevoli in quanto i mercati finanziari sono realtà dinamiche che cambiano costantemente. È impossibile trovare una strategia di investimento che ti consente di essere profittevole con costanza per 5 o 10 anni, le condizioni di volatilità e direzionalità cambiano nel tempo e una strategia eccellente 2 anni fa oggi potrebbe portare risultati disastrosi. Per questo, la vera abilità dell’investitore è trovare strategie proficue e adattarle costantemente sulla base dei fisiologici mutamenti del mercato
La maggior parte degli investitori che ricadono in quel 90% di “perdenti” in realtà per un periodo di tempo hanno anche realizzato profitti. Il fatto che non siano stati in grado di continuare a farlo è spesso legato proprio alla loro resistenza al cambiamento! Il ragionamento è molto semplice: se questa strategia di investimento ha portato risultati nel 2015 perché dovrei cambiarla nel 2016? Quando però i risultati nel 2016 non arrivano, e magari neanche nel 2017, si fa una gran fatica a modificare quel comportamento che (magari per puro caso) ha generato profitti nel 2015.
 
Per conoscere le quali azioni comprare consulta https://www.sostrader.it/

Leave a Reply